Antonio De Girolamo - Alcolore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Racconti
IL 50mo ANNIVERSARIO DEL NAUFRAGIO DELL’ANDREA DORIA RICORDATO AD ISCHIA DALL’ASSOCIAZIONE ISCHITANI NEL MONDO

A cura di Antonio (Tony) De Girolamo 

PE ‘ TERRE ASSAI LUNTANE. è il tema dell’Associazione Ischitani nel Mondo che ogni anno ad Ischia onora I suoi emigranti che lasciarono l”isola per il Mondo, diretti a San Pedro California, Mar Del Plata Argentina, Toronto Canada, e Sidney Australia.
Il bellissimo libro che ha messo assieme l’Associazione con la collaborazione della Professoressa Maria Lauro, Domenico Jacono, Michele Di Leva Annamaria Scotto ed altri membri, illustra foto del lontano 1800 -1850, si vedono mamme con due o tre bambini avvolti in copertine e cappotti, in freddi inverni che lasciavano Ischia a raggiungere i loro mariti pescatori imbarcando a Napoli, sul Rex, Vulcania, Contebiancamano, Saturnia, ed altri transatlantici di quei tempi della compagnia Italia di navigazione. A pensare che in quei tempi si attraversava gli oceani con navi di appena quindicimila oppure ventimila tonnellate e ci mettevano due settimane per arrivare
a destinazione. L’anno scorso L’Associazione illustrò la Motonave Rex, L’anno prima un’altra, quest’anno e stato la volta dell’Andrea Doria per commemorare la completa vita della più bella nave del mondo, dalla nascita nei cantieri d’Ansaldo in Genova nel 1951 alla morte nell’Oceano Atlantico la notte del 26 di Luglio del 1956.
Il sottoscritto aveva deciso di fare un viaggio ad Ischia quest’anno e sotto l’invito dell’Associazione di essere presente durante la settimana dell’esposizione che si e svolta dal dieci al diciassette di Settembre, aggiustai il mio itinerario cosi per coprire non solo La festa di San Giuseppe Della Croce ma bensì anche la Esposizione.
La famiglia De Girolamo ( come tutti gli altri emigranti ) imbarcò a Napoli il 17 di Luglio del 1956, diretti a New York , ma la notte del giorno di Sant’Anna fummo speronati dallo Stockhlm una nave Svedese che aveva lasciato New York la notte precedente ed era diretta nei paesi Scandinavi e cosi il 26 di Luglio ci è rimasto come vivido ricordo ed ogni anno adesso in quel giorno vi è una Messa di suffragio per tutti gli emigranti che avevano lasciato l’Italia con noi, e perirono nel naufragio.
Ricordo vividamente la famiglia Sergio, Maria Sergio ed i quattro figli che pranzavamo insieme nella sala pranzo, e giocavamo insieme per tutto il viaggio. Morirono tutti, noi ci trovavamo una quindicina di cabine lontano da dove lo Stockholm ci speronò
Il grande telone nelle foto accanto era grandioso forse tre metri per cinque, gli altri un pò più piccoli , foto ingrandite su cartoncino oppure tele messe in mostra nel vicolo illuminato di rimpetto alla chiesa della Addolorata dove si e’ svolta la festa e la processione annuale, incluso la visita alla mostra dell’Andrea Doria .
Voglio ringraziare caramente l’Associazione Ischitani nel Mondo per la loro calorosa accoglienza, e per le belle serate passate assieme alla esposizione, per di più terrò tanto caro la dedica della giornata finale e le firme di ricordo di tutti I membri.
Anche le riprese e la intervista di Tele Ischia che vidi il giorno prima del mio ritorno.
La colonia Ischiatana di San Pedro vanta di essere la più grande concentrazione di Ischitani nel Mondo , si contano più di trentamila di dieci generazioni di sangue Ischitano, la seconda e Mar Del Plata Argentina, e numerosi residenti di San Pedro hanno famiglie in Argentina e si visitano a vicenda, quasi ogni Domenica alla Messa italiana alla Parrocchia di Mary Star si stringe la mano a qualche Ischiatano che visita San Pedro . Il fenomeno della emigrazione a San Pedro ed a Mar del Plata avvenne con inizio nel 1830, quando i primi pescatori avevano lasciato Ischia nell’autunno, per poi constatare sia qui a San Pedro che a Mar Del Plata l'inverno non era affatto come ad Ischia che con il Libeccio e la Tramontana manteneva i pescatori a casa per i mesi invernali senza che potevano andare a guadagnarsi il pane giornaliero per sostenere le loro famiglie, ma trovarono un inverno tanto caldo da decifrare un Paradiso per la pesca. Cosi dalle prime lettere arrivate ad Ischia descrivendo il bellissimo clima da pesca tra 1l 1850 ed 1l 1900 sia a San Pedro che a Mar Del Plata, gli Ischitani avevano stabilito le più grandi flotte di pescherecci di quei tempi.. Nel 2000 Sua Eccellenza Filippo Strofaldi vescovo di Ischia visitò sia San Pedro che Mar Del Plata, per stare qualche settimana tra i suoi Ischitani.
Anni fa’ quando festeggiammo il centenario di San Pedro, toccò a me ad organizzare il nostro carro per la parata, scelsi Ferdinando Di Bernardo e Vincenzo Iodice i due più vecchi pescatori di San Pedro e furono messi su un camion addobbato seduti su poltroncine, per tutta la durata della parata, salutavano le migliaia di spettatori sui marciapiedi della Pacific Avenue downtown San Pedro.
Da Giovanni ed Angelina Carrese la prima famiglia (documentato) essere venuta a San Pedro nel 1830, per poi essere raggiunti da famiglie come i: Di Bernardo, Iacono, Di Leva, Cigliano, Amalfitano, Iodice, Colonna, Di Meglio, Di Carlo, Cuccia, Di Massa, Lauro, Mascolo, Pisano, Camello, Trani, Vuoso, Albano , De Luca, e tante altre famiglie.
Il sottoscritto è a contatto con la ASSOCIAZIONE ISCHITANI NEL MONDO e senza dubbio vi publicheremo su questo giornale, quale sarà il tema della esposizione dell’anno prossimo, L’anno scorso il Rex, quest’anno L’Andrea Doria, l’anno prossimo da programmare ancora, ma senza dubbio il comitato ed i dirigenti meritano il vostro supporto ed applauso per ricordare noi emigranti, noi che abbiamo lasciato Ischia. Voi ci ricordate e noi vi ricordiamo sempre, perchè tanti di noi viaggiamo con le medagline di San Giovan Giuseppe della Croce addosso con l'inscrizione dietro che dice : "VA’ E TORNA" e noi ci ritorneremo ancora .
Tony De Girolamo Rancho Palos Verdes 

ENGLISH VERSION

Andrea Doria 50th Survivor Reunion in New York Sunday July 23 2006


Antonio De Girolamo Brothers reunite for Andrea Doria Survivor Reunion


Every year on the week of July 26 the Andrea Doria survivors gather in New York to remember the ones that perished on the night of July 26 - 1956, outside Nantucket Island, as the Andrea Doria was entering the Long Island sound toward the port of New York, when it was mortally wounded buy the bow of the ice breaker Swedish ship Stockholm. Ironically today the same ship has become property of an Italian Cruise Line Company and is renames Motonave Italia, cruising the Tirrenian and Adriatic Seas in Italy.
Tony De Girolamo was 18 years old at the time, his brother Nicola (Nick) was 15, Brother Mario that spend two years fighting the Vietnam war was 9 years old, and the baby of the family Biagio ( Gino) was 4.
Since July 26 is also the feast of Saint Ann and the brothers lost their mother in 1987, Tony De Girolamo every year now, has a Mass Celebrated for the soul of his mother Anna De Girolamo and also for the 95 plus passengers that lost their lives on that night.
The Annual Reunions have been scheduled for many years now, the 40th reunion was celebrated at Caracalla Restaurant in Syosset New York, owned by Vincenzo de la Torre an Italian cook on the Andrea Doria at the time, that immigrated to America later.
The 45th Reunion was a Gala Affair celebrated at the Merchant Marine Academy located at Kings Point New York. A web site and a newsletter was created by Anthony Grillo in New York a passenger on the Andrea Doria that was only 2 years old when he came to America, Grillo has since passed away with a brain tumor and his sister Vivian is now taking care of the very informative web site.
The De Girolamo brothers are the four members left of their family of seven that left Ischia for America in 1956; since than, they lost their Sister Maria Rosaria in 1978, their mother Anna in 1987 and their father Francesco De Girolamo in 2001.
The Andrea Doria Survivors Group is getting smaller every year, since some of the survivors were already 30 and 40 years of age at the time, while the newsletter keeps them informed of who has passed on as years go by. This year 2006 it will be the 50th Anniversary of the Sea Disaster and probably a final big reunion to be held at the Kings Point Merchant Marine Academy in New York. Preparations have already been made and the De Girolamo four brothers ones again will be there with their presence .
Anyone wishing to attend the all day event can log in for reservations at:
adrr@nyc.rr.com by May 26 The all day event begins at 9:00 AM with a Film of the collision, Lunch from noon to 1:30 PM , tour of the Merchant Marine Academy
from 1:30 to 3:30 PM , evening Gala cocktails, dinner / dance starts at 6:00 PM
The complete Web Site can be found at: www.andreadoria.org . clicking
To Andrea Doria Tragedy and Rescue at Sea, Please go to Table of contents, SCROLL DOWN to RECOLLECTION , and read a 19 pages
De Girolamo Recollection , an unpublished Story written by Tony De Girolamo entitled. From a Night to Remember to the American Dream.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu