Anonimo Siciliano - Alcolore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Racconti
SOGNO, REALTA' O FANTASIA ?

di: Anonimo Siciliano


Ciao a tutti! Innanzitutto vi dico che questa è una storia vera, per quanto incredibile possa sembrare. Vi dico anche che ho smesso di chattare, dopo questo episodio.

Ho 26 anni, sono fidanzato e sto per sposarmi, e fino a 3 anni fa chattavo spesso. Ho sempre avuto una certa passione per Internet! Era una giornata di Ottobre, non ricordo il giorno, e, come spesso accadeva, entrai in chat. Non c'erano i miei amici abituali, così cercai di fare amicizia con altre persone. In questa chat c'era la quella ''pubblica'' e quella ''privata'', in caso due persone volessero comunicare esclusivamente fra di loro. In pubblico cercai di capire di cosa trattava la discussione, vidi che, chiamiamolo così, ''X'', stava chiedendo alcune cose a ''Y''.
Vidi che gli chiese ciò: ''Allora, sentiamo, quale è il cognome di mia madre da nubile?''. Y rispose: ''Non dovrei dirlo in pubblico, comunque di Bari''. Allora io chiesi: ''Di cosa si parla??''. X subito dopo: ''Non è possibile... come fai a saperlo, stronzo????''. Y, molto tranquillamente, rispose: ''Io so tutto!''. Fui interessato da questa conversazione, e chiamai Y in privato. Questa fu la nostra chattata in privato:

IO: Ma come fai a sapere il cognome della madre da nubile di X???

Y: Io so tutto...

IO: Si certo...

Y: Vuoi vedere, Luca Bal***i (questo è il mio cognome, lo disse giusto! Faccio notare che sui profili c'era scritto il nome ma non il cognome!)???

IO: Com'è possibile??? Per caso mi conosci?? Non c'è altra spiegazione!!!

Y: Te l'ho già detto...

IO: Ma com'è possibile...?!?!?! Dimmi, allora, altre informazioni!

Y: Se proprio vuoi...

IO: Ma robe personalissime eh!!!

Beh... mi disse per filo e per segno tutti i miei amori... fin da piccolo... mi disse la mia password, che usavo sempre, in ogni cosa, in Internet... Poi dovetti andarmene, purtroppo.

Ma la notte stessa sognai di vedere uno spirito, o un fantasma, qualcosa del genere, che mi diceva: ''rinunciaci, la chat è tutto un mistero...'' ... poi disse un'altra cosa, che non mi ricordo: la mattina dopo mi ricordai il sogno, ma dopo questa frase mi disse qualcosa come ''tua madre...'' e poi disse qualcos'altro.
Beh, mia madre, purtroppo, nonostante nessuna malattia, ne' problema, morì nell'Ottobre dell'anno dopo.
Mi piacerebbe essermi inventato tutto, compresa, soprattutto, la morte di mia madre, ma tutto questo è accaduto.

Non torno in una chat da quel giorno. Ne' intendo tornarci.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu