Alcide Sartori - Alcolore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Le tue poesie
Poesie di ALCIDE SARTORI
Emozioni

L’emozione ascoltando un brano musicale
Nel vedere il sorriso di un bambino
Negli occhi del tuo amore
Nell’assaporare la bellezza dell’alba o del tramonto

L’emozione della felicità
L’emozione dell’intimità
L’emozione della paura
L’emozione dell’ignoto
L’emozione dell’infinito

Tu chiamale se vuoi … cantava Lucio
Le emozioni sono il sale del vivere
Le emozione sono il trovarsi nel profondo.

di : Alcide Sartori
2015

____________________________________________________________________________________________

Ciao Anto

Ti guardai nel fisico
ti osservai nello spirito
ti scelsi per quello che vidi
ti amai come tu amasti me
ci sostenemmo a vicenda
scegliemmo assieme molti passi.
Abbiamo fantasticato il nostro futuro
che non ci fu amico
ci divise un giorno d’autunno
che fermò il tuo tempo.
Ciao Antonella

di: Alcide Sartori
2015

____________________________________________________________________________________________

Ad Antonella

Amore mio, dal dolce sorriso
animo buono e affabile
dalla determinata fierezza
paziente e fiduciosa del prossimo
madre sensibile e generosa
hai sofferto in intimo silenzio
e grande dignità.
I ricordi vorticosi
di oltre trent’anni di simbiosi
si infrangono nell’esalare
l’ultimo respiro che
all’Eterno ti lega
amore mio nella luce
e della luce, ci rincontreremo.

di: Alcide Sartori - 22/10/2011

____________________________________________________________________________________________
Momento filosofico

Quando il Tutto si riunirà
con il mio semplice Essere
farò parte dell'Universo
tutto si espanderà
nell'Energia Cosmica
e ritornerò nel Grembo
dell'Evoluzione Creatrice
vivrò ancora per un pò
solo nel ricordo di coloro
che mi conobbero
poi nell'oblio del tempo
sbiadirà questo passaggio
sul pianeta terra.

di: Alcide Sartori
2 settembre 2015

____________________________________________________________________________________________

Un punto di luce

Nella notte più scura
lo sguardo verso il cielo
il battito del cuore

la meraviglia nel vedere
il punto luminoso
di una vibrante stella

la gioia si addensa
nell'immenso pensiero
che mi rassicura.

di Alcide Sartori 2002

____________________________________________________________________________________________
RESPIRO

Respiro dolci arie
di primavera il profumo
fresche brezze di neve e di sole

Respiro l'universo
di lui il palpitare
di vita di stelle

Respiro la sottile gioia
che nasce nel cuore
nel pensare che vivo.

di Alcide Sartori

____________________________________________________________________________________________
Quanto

Per quanto ancora, sofferenze
Per quanto ancora, violenze
Per quanto ancora, morte

Per quanto ancora l'uomo dovrà
soffrire, subire, morire
non di per se, ma a causa dell'altro

Forse il tempo non basta
per chiudere il cerchio
di questo immenso dolore.

di Alcide Sartori 2002

____________________________________________________________________________________________
Uovo, magica forma

Due sfere
tra loro raccordate,
superfici lisce satinate

di pastello colorate
con ombre decise e vellutate
storicamente interpretate.

Uovo, da sempre venerato,
studiato, disegnato,
copiato, usato,

mangiato.

di: Alcide Sartori

____________________________________________________________________________________________
L'Infinito

Nel pensiero,
una goccia d'infinito,
nell'infinito, tanti pensieri,
il tarlo sconvolgente nella mente
nel non saperlo circoscrivere.
L'infinito, nell'emozione
bagnata da una lacrima.

di: Alcide Sartori marzo 2004

____________________________________________________________________________________________
L'Arte

Il tocco impercettibile che stupisce,
il sapere che si concretizza,
il mondo fantastico che nasce e vive,
il desiderio di comunicare oltre,
il trasferirsi su altra dimensione,
il sentire per un istante l'eternità.

di: Alcide Sartori giugno 2004

____________________________________________________________________________________________

Beslan

(in ricordo dei bambini massacrati
nella scuola di Beslan in Ossezia del Nord)

Odore di sangue e paura,
immagini, che lacerano
cuore e anima di bambini,
perfida violenza su corpi
ancora fanciulli nel loro
primo giorno di scuola.
Scempio dell'umana speranza
"donne in nero" hanno ucciso
giovani vite che potevano
essere loro figli, e uomini
ignari del sentimento di paternità
hanno terrorizzato e dilaniato
il futuro delle giocose e
speranzose vite dei bambini
di Beslan.

di: Alcide Sartori settembre 2004

____________________________________________________________________________________________
Un Alieno sulla terra

Giorno per giorno, in un tempo nel tempo,
i pensieri si addensano come nubi al temporale
e si diradano con l’arcobaleno.

Pensieri di chi sei e cosa sei venuto a fare
in questo pianeta così strano e così bello,
dalle mille incoerenze e dai mille fiori,

dai rumori delle guerre al volo delle farfalle.
Forse devo vivere tutto questo con serenità,
forse devo vivere cercando di capire,
quello che so, è che devo lottare, per vivere.

Sarà meglio su un altro pianeta ?

Per gli Alieni: Alcide Sartori dicembre 2004

____________________________________________________________________________________________
Angeli dello tsunami

(in ricordo del maremoto nel 
Sud-Est Asiatico del 26 dicembre 2004)

Angeli dello tsunami, volate
liberi sulla cresta delle onde,
l’Oceano ora è quieto e gentile,
vi fu ostile e malvagio, strappandovi
in una tranquilla mattina qualunque.
Negli occhi lo stupore incredulo,
e poi, grida, corse disperate, terrore,
distruzione e tanta, tanta morte attorno.

Create uno tsunami di bontà,
inondate tutta la terra, nella speranza
che gli uomini aprano i loro cuori
e siano più saggi nelle loro gesta.

di: Alcide Sartori - gennaio 2005

____________________________________________________________________________________________
A mio padre

Lo sguardo teso agli altri
con la giusta ambizione
d’essere ricordato.

Le parole ripetute e dimenticate
in concetti semplici ma radicati
senza più inibizioni dialogati.

La voce che con sensibile emozione
da virile si vela di profonda dolcezza
nel sentire comune di sentimenti.

Un sorriso ancora bambino
nonostante le cicatrici del tempo
e l’orrore giovanile della guerra.

Il pensiero ai fratelli lontani,
come lui, di vissuta emigrazione
in terre cugine e lontane.

Il lento trascorrere del tempo ricordato,
così veloce, da sembrare eterno,
una vita in un palmo e un soffio di vento.

di: Alcide Sartori - 19 marzo 2005

____________________________________________________________________________________________
Kamikaze

Folle corsa di esaltata pazzia
verso una meta creduta nemica
si abbatte roboante la morte
Il lampo d’umana distruzione
si porta via il tributo a lei sperato.

Uomini increduli di tanto odio
sospesi nel tempo a ritrovare
chi li aveva pensati, lasciando
solo il corpo per consolare
chi nella lontana casa li aspetta

di: Alcide Sartori - 2003

____________________________________________________________________________________________
MADRID

La forza dirompente
di valige esplodenti
nei treni di Madrid.
Un boato così forte
che porta la morte.
191 morti tra le lamiere
dei treni a Madrid.
Vittime innocenti
rapite dalle menti
pronte alla mattanza,
della Corrida di Madrid.
Ma altro sangue si è versato,
nell’attentato l’11 marzo 2004
nei treni di Madrid.

di : Alcide Sartori - 15/03/04

____________________________________________________________________________________________
Nassiriya

Uomini lacerati,
anime strappate in un istante,
anime vaganti e incredule
perse nella polvere di Antica Storia,
lontane da mura conosciute.

Uomini uccisi
dall’odio meditato e assassino,
33 denari per tradire l’umana attesa
di Pace e Solidarietà,
che uomini volonterosi danno
a chi ancora non conoscono.

Uomini martiri,
grazie del coraggio che date
nel dare fiducia
e speranza nel Futuro.
Quel Futuro luminoso
che vuole essere spento
da uomini dal cuore buio.

di: Alcide Sartori - (12 novembre 2003)

____________________________________________________________________________________________
La vita e il tempo

Le nostre vite sfilacciate
si riuniscono lungo il filo,
che inesorabilmente il tempo,
aggomitola nella sua storia.

Storie, quante storie, quante vite,
quanto tempo, quello di ieri,
quello di oggi e quello del dopo,
il nostro tempo, la storia di domani.

L’Eterno Tempo, ci sarà Amico?

di: Alcide Sartori - 9 febbraio 2004

____________________________________________________________________________________________
Il Tempo

Il Tempo che nasce
dagli occhi di un
bimbo,

il Tempo che scorre
nelle scelte dei
giovani,

il Tempo che si impone
nelle scelte dei
grandi,

il Tempo prossimo
che sceglie.

di: Alcide Sartori - 2003

____________________________________________________________________________________________
LA VITA

Ancestrali trame
si intrecciano
intrise di luce
nel costruire
involucri di vita

di: Alcide Sartori - 2002

____________________________________________________________________________________________
Viaggio

Viaggiare nei meandri della mente
con il desiderio del sapere;
bambini ai primi passi
con una meta lontana;
imparare a capire le cose semplici,
entrare senza paura in quelle difficili ;
appagare i dubbi e trovarne dei nuovi;
amare per essere amati;
vivere e poter conoscere se stessi.
Che bel sole c’è fuori!!!

di: Alcide Sartori - 2003

____________________________________________________________________________________________ 
T I T O L I 

INIZIO

Dal nulla,
il tutto,
il dubbio
nella mente
dell’Uomo
____________________________________________________________________________________________

L’IDEA

Continuo e costante
si piega, s’avvolge,
si spezza e s’intreccia
l’inesorabile destino.
____________________________________________________________________________________________

EVOLUZIONE

Quando s’incontrano
le forme e le vibrazioni
c’è la speranza
che un evento portentoso
possa far mutare
la realtà in un’altra.

di: Alcide Sartori - 2002

____________________________________________________________________________________________
 
Torna ai contenuti | Torna al menu